C’è già troppo rumore in questo mondo.

C’è già troppo rumore in questo mondo. Non facciamo confusione anche noi.
Shhh, restiamo in silenzio, dai. Almeno per un po’.
Ascoltiamo tutto ciò che non è suono. Lasciamo spazio alle parole non pronunciate, ai pensieri più profondi, ai ricordi e, perchè no, anche ai sogni ad occhi aperti.
Oppure chiudiamoli, gli occhi.
La mente non si fermerà. Non ha paura del buio né del silenzio. Non ha paura di nulla, fuorché di perdere le continue battaglie contro il cuore.
Sì, proprio lui. Quello che ti fa emozionare anche al buio, anche senza parole. Quello che ti batte nell’anima e non ti abbandona mai.


Annunci

Fuori la notte è scura.

Fuori la notte è scura. Non si vede nemmeno la luna. Sento il vento soffiare tra gli alberi, scuotere le foglie. E’ la notte perfetta per guardare fuori dalla finestra e ringraziare di avere una casa. Fisso il cielo blu scuro, come se da un momento all’altro potesse comparire una stella, una sola, a dare un po’ di luce a questo buio. Mi rannicchio davanti al vetro nella mia camicia da notte bianca e continuo a guardar fuori. Ho la tentazione di aprire la finestra e sentire quel vento scompigliare i miei capelli. Ma all’improvviso, ecco una luce timida che si affaccia nel cielo. No, non è una stella. Questa luce si muove. E’ un aereo. Meraviglia. Come ogni volta, mi ritrovo a fantasticare sulla sua destinazione, su chi sarà seduto lassù, magari guardando in giù e immaginando qualcuno come me alla finestra. E, in un momento del genere, sento solo la mia perenne voglia di partire, accompagnata da questa meravigliosa frase: “le stelle usciranno discrete dai loro nascondigli diurni e una di quelle luci, appena più luminosa delle altre, sarà l’ala del mio aereo che passa.”

Sarà che fuori è buio ormai.

Sarà che fuori è buio ormai. Sarà che ho mille pensieri in testa. Sarà che non riesco a far finta di niente. Fatto sta che manchi. E non basta stringermi a un cuscino e liberare le note nell’i-pod. Non basta perchè manchi. Non mi servirebbe musica se fossi qui. Sai che amo il silenzio, la mia colonna sonora preferita. Mi basterebbero un paio d’occhi. Due braccia e un cuore aperto. Sarebbe semplice, se fossi qui. Ma ora manchi.

And I simply feel the need to write.

And I simply feel the need to write. I mean, to write in English. Just to remember how much London meant, and still means, to me. One day you realise that a city can capture your heart. That day is the day of your departure from that city. You know you have to leave, but a piece of your heart will remain there forever.  May be one day, in the future, you’ll go back and you will just feel like you’re at home. That’s how I feel every time I go back to London. Because London is now a part of me. And always will be.

E’ così facile non vedersi.

E’ così facile non vedersi. Mancarsi per un soffio, pur senza volerlo. Non tutto dipende da noi, purtroppo. O forse sì. Non possiamo vivere di rimpianti o di supposizioni. Cerchiamoci. Guardiamoci. Come fosse sempre la prima volta. O l’ultima. Viviamoci intensamente. Ogni istante che passa non tornerà più. Ogni istante che non passiamo insieme è un ricordo mancato. Perso. Costruiamo i nostri ricordi, la nostra vita. Coloriamo questo grigiore con il colore dei nostri occhi. Mescoliamoci le anime e vediamo cosa ne esce. E se farà paura, noi ci guarderemo. Come fosse la prima volta. O l’ultima.

Vorrei sentire il rumore del mare.

Vorrei sentire il rumore del mare. Vorrei  perdermi ascoltando le onde, perdere la cognizione del tempo. Vorrei vedere il sole sorgere e tramontare, specchiarsi continuamente nell’acqua, più vanitoso che mai. Vorrei coricarmi sulla sabbia e chiudere gli occhi. Lasciare libera la mente di raggiungere pensieri mai accarezzati. Libera di sognare. Libera di non fare nulla. E abbandonarmi in uno spazio e in un tempo solo miei. Senza paure. Senza doveri. Semplicemente libera.

Piccola stella senza cielo

Manchi. E mi sento come se mi mancasse il cielo. Posso brillare, lo vedo. Ma se ci sei, brillo di più. Perché brillo per te. Sono la tua piccola cometa, ma non scomparirò. E tu sei il cielo che mi circonda. Quando manchi, mi guardo allo specchio e vedo riflessa solo una luce fioca. Ma quando ci sei tu, mi specchio nei tuoi occhi e vedo tutta la mia luce insieme alla tua.

Siamo un fuoco d’artificio e illuminiamo il buio.